HomePage DOVE DORMIRE MANGIARE e BERE Figline e dintorni Gallerie Fotografiche
logo www.figline.it
Venerd? 19 gennaio | 08:30 am Ricerca nel sito nel web
 
"Le amicizie non si scelgono a caso, ma secondo le passioni che ci dominano" (Alberto Moravia)
Figline.it : RUBRICHE » Cronaca » SanitÓ: Ospedale Serristori, chiesto confronto per arrivare a patto territoriale
Menu principale

News dal web

I Vostri Ultimi Commenti

Guestbook

Lasciateci i vostri commenti, impressioni, consigli....o anche solo un saluto!

Vai al Guestbook


Webmail

Visitatori dal 01/12/2006
Numero visite: 24751267
SanitÓ: Ospedale Serristori, chiesto confronto per arrivare a patto territoriale
Data pubblicazione 10/10/2013 18:22:08

 

Un confronto con l’assessore alla Sanità sul futuro dell’ospedale Serristori di Figline Valdarno (Fi) per arrivare alla stipula di un patto territoriale, che qui, a differenza di quanto successo altrove, non è mai stato firmato. E’ questa la proposta avanzata in commissione Sanità, presieduta da Marco Remaschi (Pd), al termine di un’audizione durante la quale sono stati ascoltati il sindaco di Figline Valdarno Riccardo Nocentini, il sindaco di Incisa Valdarno Fabrizio Giovannoni (ormai è stata sancita la fusione dei due Comuni) e i consiglieri comunali di Figline. Come hanno spiegato Pieraldo Ciucchi (Gruppo Misto) che ha avanzato la proposta e Stefano Mugnai (Pdl), anche nella nuova bozza del piano socio-sanitario è previsto che il destino degli ospedali di prossimità sia contrattato attraverso la firma di un patto territoriale con i sindaci interessati. Nel caso di Figline questo non è avvenuto. Per questo la Commissione chiederà un confronto, già delle prossime settimane, con l’assessore. A Figline e nei comuni limitrofi nel frattempo cresce la preoccupazione sul futuro dell’ospedale e di conseguenza la mobilitazione dei cittadini. Lunedì scorso 7 ottobre si è svolta una manifestazione che ha visto la partecipazione di oltre 1.500 persone. I sindaci e i consiglieri hanno riportato in Commissione la rabbia di un territorio che non sa che fine farà un ospedale che da sempre è un punto di riferimento per la comunità, che colleziona ottime performance e su cui sono stati recentemente investiti 7 milioni di euro per rinnovare le sale operatorie e la radiologia. “La nostra non è una battaglia contro la Asl – ha spiegato Nocentini – ma in difesa di una struttura che fa parte della comunità e che è in simbiosi con il nostro territorio. Un appello in questo senso ha raccolto in poco tempo 10 mila firme. IlSerristori deve rimanere un ospedale con un pronto soccorso aperto 24 ore su 24 e con una sub-intensiva. Questa è la nostra linea del Piave e da qui non arretreremo”. Dalle notizie giunte a Figline, visto che atti ufficiali non ne sono mai stati forniti, risulta che l’Asl voglia chiudere in tempi brevi il pronto soccorso per trasferirlo all’Ospedale Santa Maria Annunziata, senza spiegare come agli abitanti del Valdarno possa essere garantita uguale qualità del servizio; al Serristori partirà una week-surgery, e ciò desta preoccupazioni sulla garanzia dei servizi il sabato e la domenica. Tutto questo mentre, ha sottolineato Fabrizio Giovannoni, “nessuno ha mai detto chiaramente quanto costi il Serristori, se costa più o meno di altri ospedali. Un anno fa è stata inaugurata una nuova chirurgia che deve essere fatta funzionare al meglio, altrimenti ci troveremmo davanti a un grande spreco e a un’operazione di cui non si capisce il significato”. I dati a disposizione, come hanno spiegato i primi cittadini e i consiglieri comunali, dimostrano che il Serristori funziona. E’ di pochi giorni fa la notizia che l’ospedale di Figline si è classificato il primo assoluto in Italia per la cura dell’ictus, con un tasso di mortalità dell’1% a 30 giorni dal ricovero, in un’indagine condotta dall’Agenzia nazionale per i servizi sanitari e regionali. Gli interventi chirurgici effettuati ammontano a circa 1000 l’anno, di cui il 10% in urgenza. Ma le sale operatorie, recentemente rinnovate, funzionano al 26% della loro capacità e la radiologia, che possiede le attrezzature più avanzate della provincia, non viene resa produttiva. Da qui l’appello alla commissione Sanità, affinché sia fatta finalmente chiarezza, dopo venti anni di incertezze, promesse e marce indietro, sul futuro dell’ospedale di Figline.

 


 Condividi su facebook

lista dei commenti ricevuti
Inserisci un nuovo commento | Trova l'ultimo commento inserito
ATTENZIONE!!! FUNZIONE SPERIMENTALE
Se vengono attivati nuovi commenti su questa pagina avvisami alla seguente mail (usare il pulsante '-' per rimuovere una mail precedentemente aggiunta)

       
Seguici su:

Calendario eventi

News da figline.it
Valdarno FC: programma gare del fine settimana
Primo incontro in programma questo sabato riguarda gli Allievi B di Merito impegnati fuori casa a Tavarnuzze contro la locale formazione fiorentina
Scopri l'autoanalisi in Farmacia
Colesterolo, Trigliceridi, Glicemia... e altro ancora, ora puoi farle anche in Farmacia
Il Carnevale 2018 a San Giovanni Valdarno
Domenica 4, Domenica 11 e Martedý 13 Febbraio, nel pomeriggio, torneranno i corsi mascherati del Carnevale Sangiovannese
PASSIONE PESCA: PRESENTAZIONE NOVITA' 2018 DA "MISTER FISH"
Sabato 20 Gennaio, a partire dalle ore 11.00, MISTER FISH di Pelago, presentera' le Novita' Colmic ed Herakles per il 2018
Camion in fiamme: caos in A1 al casello Valdarno
Si sono formati fino a sette chilometri di coda
lista completa

Tags Cloud

WP Cumulus Flash tag cloud by Roy Tanck requires Flash Player 9 or better.


Stradario
Cerca indirizzo


Meteo
HomePage DOVE DORMIRE MANGIARE e BERE Figline e dintorni Gallerie Fotografiche

HiHo srl 
Sede legale: Via G.Donizetti, 52 - 50018 Scandicci (FI) - Sede operativa: Via Vetreria, 73 50063 Figline Valdarno ( Fi )  
tel. +39 055 5357453 - fax +39 055 5609013 - info@figline.it - P.Iva 05443270482

Powered by Hiho S.r.l © 2018
Questo sito utilizza i cookies, tecnici e di terze parti per ottimizzare l'esperienza di navigazione degli utenti connessi.

ACCETTO - DETTAGLI