HomePage MANGIARE e BERE DOVE DORMIRE Gallerie Fotografiche Figline e dintorni
logo www.figline.it
Marted? 23 ottobre | 11:08 am Ricerca nel sito nel web
 
Figline.it : RUBRICHE » Cronaca » Ospedale Serristori: a 5 mesi dei patti territoriali tutto si trova nella massima preacrietà
Menu principale

News dal web

I Vostri Ultimi Commenti

Guestbook

Lasciateci i vostri commenti, impressioni, consigli....o anche solo un saluto!

Vai al Guestbook


Webmail

Visitatori dal 01/12/2006
Numero visite: 27583648
Ospedale Serristori: a 5 mesi dei patti territoriali tutto si trova nella massima preacrietà
Data pubblicazione 19/05/2014 17:08:27

 
Al Sindaco del Comune di Reggello
Al Presidente del Consiglio Comunale di Reggello

 

oggetto: interrogazione urgente “ Ospedale Serristori a 5 mesi della sottoscrizione patti territoriali tra i Sindaci del Valdarno Fiorentino, ASL 10 e la Regione Toscana al fine di “riorganizzare e rilanciare” il presidio ospedaliero, l'ospedale vive in una insostenibile e inaccettabile precarietà e in alcune parti risulta ancora fortemente degradato. Ancora criticità sui servizi, attività e organici. Inaccettabile il comportamento defilato, approssimativo e superficiale assunto dall' Assessore alle Politiche Sociali - Sanità del Comune di Reggello che si è ben guardato di monitorare e controllare lo stato dell'importante presidio ospedaliero nonché le risposte date dall'ASL 10 sui bisogni sanitari della popolazione” ai sensi del Regolamento del Consiglio Comunale si richiede l'iscrizione all'ordine dei lavori.

Il 16 maggio ho svolto un nuovo sopralluogo all’Ospedale Serristori per verificare quanti degli impegni sottoscritti il 20 dicembre 2013 nei patti territoriali tra i Sindaci del Valdarno Fiorentino, ASL 10 e la Regione Toscana al fine di “riorganizzare e rilanciare” il presidio ospedaliero - servizi, attività e organici- erano stati attuati e quali lavori di manutenzione, ristrutturazione e qualificazione erano stati realizzati o cantierizzati.
Bene il quadro che mi sono trovato di fronte dopo aver esaminato le varie criticità e aver parlato con i lavoratori è risultato preoccupante poiché nessun impegno annunciato è stato onorato.
L’ospedale vive in una insostenibile e inaccettabile precarietà e in alcune parti risulta fortemente degradato.
Centro Sangue 4000 donazioni dirette solo 1 medico e 2 infermieri in una situazione strutturale fatiscente: la barelle non possono accedere all’ascensore . Cardiologia e Ortopedia : mai arrivati i professionisti promessi. Radiologia, mancano radiologi e tecnici: le diagnostiche vengono effettuate solo per i pazienti interni. Oncologia tutto bloccato. Medicina e chirurgia grandi sofferenze organiche. Pediatria rimane in essere il progetto di ridimensionamento della stessa, senza alcuna previsione di sostituzione del pediatra che andrà in pensione. I dati postivi riguardano il Pronto Soccorso: c’è stato un aumento di accessi rispetto all’anno scorso, in particolar modo per quanto riguarda i codici gialli: questo è molto significativo e testimonia il grande legame che ancora lega i valdarnesi al Serristori, un legame e una attenzione non messa minimamente in crisi dall’indifferenza e dalla inconcludenza della Asl.
Per quanto riguarda lo stato delle infrastrutture non è dei migliori le infiltrazioni di acqua ci sono ancora e sono evidenti sui muri, intonaci che si scrostano anche in reparti da poco ristrutturati, in molti casi sono presenti crepe e avvallamenti, segno di una incuria e di una cattiva manutenzione. L’ospedale risulta non ancora adeguatamente messo in sicurezza.
Durante il sopralluogo ho appreso che il Direttore Sanitario zona sud -est il 15 maggio ha svolto una riunione con i responsabili dei servizi di presidio per illustrare la riorganizzazione aziendale e presentare la nuova responsabile dell'ospedale Serristori e i nuovi profili dirigenziali nonché il nuovo assetto infrastrutturale dello stesso. A proposito di questo dato mi pare opportuno evidenziare che a tutt'oggi l'ASL10 non ha concretizzato e reso pubblico nessun progetto tecnico e nessuno studio di fattibilità sulle annunciate trasformazioni organizzative dell'Ospedale, nessun piano di rilancio ma ha solo sostituito i dirigenti e responsabili con figure più affidabili sul piano dell'obbedienza aziendale.
Evidenziato che gli accordi sottoscritti anche dal Sindaco di Reggello con la ASL 10 e la Regione Toscana sull'Ospedale Serristori sono ancora totalmente ignorati e inapplicati,
evidenziate le difficoltà presenti nei servizi, attività e organici di cui sopra
evidenziate le criticità infrastrutturali del presidio, il persistere del degrado e fatiscenza e la mancata messa in sicurezza e la non attivazione di un piano straordinario di manutenzione, ristrutturazione e qualificazione
evidenziati gli esiti dell'incontro fatto dal Direttore Sanitario zona sud -est il 15 maggio con i responsabili dei servizi di presidio
preso atto che l'Assessore alle Politiche Sociali - Sanità del Comune di Reggello si era preso l'impegno di monitorare l'applicazione puntuale dei patti territoriali e a riferire in sede di Commissione Consiliare e Consiglio Comunale su detti argomenti ivi compreso lo stato del presidio ospedaliero e eventuali trasformazioni in atto
evidenziato che allo stato attuale l'Assessore alle Politiche Sociali - Sanità del Comune di Reggello non ha onorato nessuno degli impegni annunciati, tenendo all'oscuro il Consiglio Comunale sulle criticità presenti nell'Ospedale Serristori e sulle ricadute che dette disfunzioni potrebbero avere sui bisogni sanitari della popolazione
in qualità di Consigliere Comunale di rifondazione Comunista della Sinistra di Reggello chiedo al Sindaco e all'Assessore competente di far si che l'ASL 10 e la Regione Toscana onorino senza alcun indugio gli impegni assunti verso la popolazione, riconferendo stabilità e decoro al presidio ospedaliero, garantendo: il diritto alla salute dei cittadini, adeguate e dignitose risorse di personale, nuove condizioni di lavoro per gli operatori, la riqualificazione dei servizi e delle strutture necessarie ad un ospedale zonale per acuti in grado di curare le urgenze e i necessari interventi di manutenzione, riqualificazione e messa in sicurezza così come previsti e finanziati.
Altresì chiedo di riferire dettagliatamente sulla situazione in essere al Presidio ospedaliero Serristori, sulla tenuta dei servizi, attività e prestazioni e degli organici medici e infermieristici così come riportato in narrativa, sulle attività di manutenzione e messa in sicurezza dell'ospedale e infine se ci sono novità formali sulle trasformazioni previste.
Chiedo infine di sapere da parte dell'Assessore alle Politiche Sociali - Sanità del Comune di Reggello i motivi per i quali non ha onorato nessuno degli impegni assunti con il Consiglio Comunale e la 3^ Commissione Consiliare permanente sull'Ospedale Serristori in materia di monitoraggio, controllo e informazione sulla riorganizzazione dell'ospedale e cosa fa di concreto nella gestione della sua delega di governo locale in materia sanitaria. Da parte del nostro gruppo consiliare non sarà più tollerato politicamente un comportamento irresponsabile, approssimato e superficiale di una delega che riguarda il diritto alla salute.


Reggello 19 maggio 2014

Andrea Calò Consigliere di Rifondazione Comunista
Sinistra di Reggello


 Condividi su facebook

lista dei commenti ricevuti
Inserisci un nuovo commento | Trova l'ultimo commento inserito
ATTENZIONE!!! FUNZIONE SPERIMENTALE
Se vengono attivati nuovi commenti su questa pagina avvisami alla seguente mail (usare il pulsante '-' per rimuovere una mail precedentemente aggiunta)

       
Seguici su:

Calendario eventi

News da figline.it
CALCIO: I Giovanissimi B del Montevarchi battono il Vaggio Piandisco'
Inaugurati a Rignano gli ascensori di Piazza della Repubblica e Binario 2
Una piazza gremita ha accolto l'inaugurazione dei nuovi ascensori collegati nel centro del capoluogo rignanese.
WhatsApp testa la "modalita' vacanze"
Silenzia le notifiche e nasconde le conversazioni
A Pelago per il progetto Axe'
Una cena per conoscere e sostenere il progetto a favore dei bambini di strada
Liberi di Amarsi: venerdi' il terzo appuntamento a Casa Petrarca
Incontri gratuiti fissati a Incisa alle 21 e promossi dal Comune.
lista completa

Stradario
Cerca indirizzo


Meteo
HomePage MANGIARE e BERE DOVE DORMIRE Gallerie Fotografiche Figline e dintorni

HiHo srl 
Sede legale: Via G.Donizetti, 52 - 50018 Scandicci (FI) - Sede operativa: Via Vetreria, 73 50063 Figline Valdarno ( Fi )  
tel. +39 055 5357453 - fax +39 055 5609013 - info@figline.it - P.Iva 05443270482

Powered by Hiho S.r.l © 2018
Questo sito utilizza i cookies, tecnici e di terze parti per ottimizzare l'esperienza di navigazione degli utenti connessi.

ACCETTO - DETTAGLI